Gli agenti contaminanti sono batteri o organismi invisibili potenzialmente nocivi per l’ambiente circostante.

Dai laboratori farmaceutici alle aziende automobilistiche, dagli ospedali alle unità di trasformazione degli alimenti, cliniche oculistiche, nutraceutici, centri di ricerca informatica e molto altro ancora, il problema della contaminazione negli ambienti critici è crescente.

Gli agenti contaminanti sono batteri o organismi invisibili potenzialmente nocivi per l’ambiente circostante. Il termine di riferimento può essere diverso a seconda del settore e variare tra particelle, patogeni, allergeni, microorganismi, contaminanti molecolari aerei (AMC) e batteri.

Eppure spesso si tende a minimizzare la contaminazione derivante dai piedi, dalle ruote e dalle particelle microbiche aeree, definendola come semplice “polvere” o “sporco”. I pericoli che crea possono essere devastanti.

Brochure

Il problema non è ciò che si vede, ma ciò che non si vede...

Un singolo microbo in un lotto di farmaci sterili potrebbe portare alla quarantena o allo smantellamento dell’intero lotto, con conseguente carenza di scorte, conseguenze economiche negative, richiami del prodotto, lettere di avvertimento da parte della FDA (o da un’ente equivalente) o persino la chiusura dell’azienda.

Quando le particelle non sono visibili, si tende a ignorare l’adozione di misure preventive, mentre in realtà ciò che all’apparenza risulta pulito potrebbe essere fortemente contaminato, in quanto la maggior parte di agenti contaminanti più nocivi è invisibile all’occhio umano. Alcuni agenti sono in grado di vivere, svilupparsi e germinare in condizioni favorevoli (vitali), al contrario di altri (non vitali).

Minacce per l’azienda

La contaminazione di un ambiente critico è una notevole minaccia per la qualità, la resa del prodotto, l’efficacia e la produttività. Le conseguenze spesso sono:

La quarantena dei lotti

La contaminazione microbica ha conseguenze gravi per le scienze naturali. Un singolo microbo d un lotto di farmaci sterili può minacciare l’intero lotto e portare alla quarantena o allo smantellamento.

Merce rifiutata

La contaminazione può causare tempi morti per la produzione e perdita della fiducia del cliente. Molte aziende hanno subito perdite economiche significative a seguito del rifiuto o del richiamo della merce.

Impatto sulla resa del prodotto

La contaminazione può avere un impatto estremamente negativo sulla resa del prodotto. Una conseguente rilavorazione ha importanti ripercussioni sulla redditività e sull’efficacia operativa.

Infezioni nosocomiali

La contaminazione delle sale operatorie, dei reparti di terapia intensiva e delle sale di degenza post-operatoria può aumentare significativamente il rischio di infezioni nosocomiali, come l’MRSA.

Contaminazione incrociata

La casa farmaceutica Takeda si proponeva di ridurre il rischio di contaminazione incrociata causata dalle calzature dei dipendenti che accedevano alle aree di produzione dopo essere passati dalla toilette o dallo spogliatoio e che facevano poi il percorso inverso. Dopo l’installazione, l’azienda si è così espressa: “I sistemi per il pavimento di Dycem hanno limitato notevolmente la diffusione della contaminazione causata dai dipendenti che si spostavano dall’area di produzione alla toilette o agli spogliatoi”. L’installazione di Dycem ha consentito una considerevole riduzione della contaminazione incrociata della polvere trasportata dai dipendenti.

Come molte altre strutture, anche l’azienda farmaceutica Actavis voleva ridurre il rischio di contaminazione incrociata all’interno dei suoi ambienti critici. Dal momento che produce numerosi prodotti diversi, la contaminazione incrociata rappresenta un grandissimo rischio che può comportare effetti a lungo termine sulla produzione di massa in termini di immagine e costi. Actavis ha scelto di installare tappeti WorkZone che coprivano l’intera superficie del pavimento per favorire l’eliminazione completa delle particelle. L’ottima capacità di ritenzione della polvere di Dycem sta riducendo il rischio di contaminazione incrociata all’interno di Actavis, che può star certa che non esiste miglior soluzione di Dycem.

Latest News...

Mauris eu tincidunt erat. Sed quis fermentum mauris. Maecenas in vulputate ante. Etiam id tempor sapien. Phasellus sapien eros, tempor quis varius quis,

Title: 
IT/Contaminazione

Latest News...